Lavagna Tattica

Lavagna Tattica: il Milan di Pioli

Ultimo match di gennaio per la nostra Juventus che questa sera sarà ospite del Milan di Stefano Pioli. Il tecnico parmigiano non dovrebbe riservare sorprese dal punto di vista tattico e schiererà il suo 4-2-3-1.

Fase di possesso

Durante la costruzione dell’azione i due centrali difensivi non vengono impiegati molto e i rossoneri, in alternativa all’uscita dal basso, cercano di servire direttamente in verticale la prima punta che cercherà di testa un compagno di squadra più vicino. Gli esterni hanno la libertà di potersi interscambiare mentre per non lasciare scoperta la posizione del terzino che va a dare supporto alla manovra, toccherà ad uno dei due mediani scalare in quel ruolo. Il giocatore rossonero che più sta facendo la differenza è senza dubbio Rafael Leão che alla sua terza stagione a Milano, ha ormai scalato le gerarchie nel ruolo di esterno sinistro offensivo e sta riuscendo ad essere più freddo anche sotto porta.

Fase di non possesso

In questa fase gli uomini di Pioli si dispongono con un 4-4-2 ed effettuano un pressing alto sulla difesa avversaria che cerca di impostare la propria manovra, per poter recuperare il pallone e ripartire in contropiede con due giocatori quasi disinteressati all’azione avversaria, che hanno il compito di farsi trovare pronti e smarcati per una ripartenza. Inoltre i giocatori rossoneri mantenendo al meglio le due linee da 4 nella propria trequarti campo, cercheranno di non concederci spazi per attaccare la profondità.

Conclusioni

I dubbi di formazione per mister Allegri non sembrano essere molti e dovrebbero riguardare principalmente le fasce: De Sciglio è favorito su Danilo per giocare terzino destro con Cuadrado più avanzato mentre a sinistra Pellegrini e Alex Sandro, sono ancora in ballottaggio. A centrocampo non dovrebbe essere confermato Arthur mentre Bernardeschi e Rabiot si contendono un posto al fianco di McKennie e Locatelli con il francese che appare favorito.

Salvatore Amato

1 pensiero su “Lavagna Tattica: il Milan di Pioli”

  1. Gent;mo Direttore, sono Gioachino Dio, vivo a Liege Belgio sono istruttore di calcio e osservatore sportivo di talenti. mi permetto di comunicarLe che da tempo seguo la Salernitana,la quale osservo bene il giocatore Di Tacchio, la quale mi fà ricordare l’ indimenticabile Tardelli, a centrocampo e Barzagli in difesa. Secondo me,consiglio agli addetti ai lavori di SCOUTING di fare un pensierino su questo giocatore che merita tanto la juve, In attesa di una risposta positiva ricevete cordiali saluti.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...