#JPostMatch, News

#JPostMatch, Juventus-Malmö 1-0: suicidio inglese e primo posto

Grazie all’intervento della dea bendata e ad uno straordinario gol di Odzoev, la Juventus ha conquistato il primo posto al termine della fase a gironi di Champions League. Un risultato importantissimo in vista del sorteggio di Nyon (lunedì 13 dicembre). Questa è la quarta volta consecutiva con i bianconeri al primo posto al termine della fase a gironi.

A Nyon da evitare il PSG di Messi, Neymar e Mbappé, subito dopo l’Atletico Madrid; più agevoli, sulla carta, Benfica,Sporting Lisbona e Salisburgo (in attesa di Atalanta-Villareal).

In questo modo si evitano le favorite per la vittoria finale qualificate come prime, ovvero Liverpool, Bayern Monaco e Manchester City, senza nulla togliere a Real Madrid, Ajax è Manchester United. Cenerentola della prima fascia il Lille.

Ma innanzitutto era necessario vincere in casa e conquistare i tre punti, obiettivo raggiungo grazie ad un colpo di testa di Kean su grande assist di Bernardeschi.

La Partita

La Juventus domina la partita, tiene spesso palla(59% possesso palla) e arriva più volte alla conclusione(16 tiri, 7 in porta).

Eppure, come nelle precedenti partite, il gol arriva sempre con difficoltà e le occasioni vengono costantemente sprecate. La Juventus dopo il gol di Kean ha un po’ rinunciato ma va sottolineato un gioco ancora una volta poco fluido, disordinato e poco efficace. Sarà l’aspetto più importante da migliorare insieme alla finalizzazione sotto porta.

Nel gelo torinese vediamo l’esordio da titolare per il giovane 2002 De Winter, autore di una prestazione sufficiente, senza rischi, anche se un po’ timido nelle sovrapposizioni(ma nasce sempre come centrale) ma tutto sommato gioca una buona gara con tranquillità. Rivediamo anche Arthur,dopo diverse partite passate in panchina, autore di un buon secondo tempo: 90 minuti anche per Rugani, quarto centrale di scorta. Nel finale vengono concessi 20 minuti al rientrante De Sciglio e Allegri premia Miretti(2003) e Da Graca(2002) con l’esordio ufficiale in Champions Legue.

Ritornando alla gara, gli errori tecnici sono stati veramente eccessivi, inaccettabili per la Champions e per una squadra come la Juve. Oggi la differenza con le grandi d’Europa è abissale, in Serie A il gioco espresso dalle prime quattro è nettamente superiore al nostro, così come la fase offensiva; la classifica d’altronde non mente. In tutta le sei gare della fase a gironi, la Vecchia Signora ha segnato solo 10 gol, meno della metà del Bayern Monaco (22), ma quanto basta per vincere il girone con 5 vittorie su 6, oggi questo conta.

Ci sarà tempo e modo per intervenire sulle nostre evidenti lacune ma, come sottolineato da Massimiliano Allegri, la Juventus continua a sbagliare troppe occasioni da gol e spesso accusa un caso di attenzione, abbassa il ritmo e smette di pressare; non dovrà assolutamente succedere sabato contro il Venezia.

Qualche dato da Juventus.com:

-Koni de Winter è il 1° giocatore nato a partire dal 2002 a giocare da titolare con la maglia di una squadra italiana in Champions League.

-Fabio Miretti è il primo giocatore nato dal 2003 a esordire con una squadra italiana in Champions League.

-Moise Kean è il secondo più giovane marcatore italiano con la maglia della Juventus in Champions League (21 anni e 283 giorni), dopo Alessandro Del Piero (sei reti da più giovane).

-Federico Bernardeschi è il primo giocatore a servire un assist in quattro partite interne consecutive di Champions League da Kingsley Coman tra settembre 2015 e marzo 2016 con il Bayern Monaco e il primo a riuscirci con la Juventus da Pavel Nedved nel 2006.

L’urna di Nyon

Lunedì incroceremo le dita sperando di evitare la corazzata francese, consci però del fatto che negli ultimi anni siamo stati eliminati da avversari inferiori a livelli di rosa, perché in fondo quello che conta è il campo e un ottavo di finale non sarà mai semplice, a prescindere dall’avversario.

La Juventus con queste 5 vittorie incassa anche 14 milioni dall’Uefa, uniti al bonus di 9,6 milioni per la qualificazione agli Ottavi. Ulteriori 10,6 milioni entrerebbero nelle nostre casse con l’accesso ai quarti di finale, ma non è il caso di parlarne.

Ricapitolando, dalla urna possiamo pescare i seguenti avversari:

-PSG

-Atletico Madrid

-Benfica

-Villarreal (se dovesse passare)

-Sporting Lisbona

-Salisburgo

Appuntamento a sabato 11 dicembre alle ore 18:00 con la trasferta a Venezia, i convocati dovrebbero rimanere pressoché gli stessi, con l’aggiunta di Kaio Jorge e Pellegrini. Difficile il recupero di McKennie, come affermato da Allegri nel post gara.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...