#JPostMatch, News

#JPostmatch, Juventus-Fiorentina 1-0: il ritorno di Cuadrado, la conferma di McKennie e i soliti problemi.

Chi non muore si rivede, ed è proprio il caso di dirlo per Juan Cuadrado, assente ingiustificato di questo inizio stagione e che ritorna regalandoci i tre punti in zona cesarini. Juve che, orfana di Chiellini e Bonucci, raggiunge quota 18 punti e aggancia proprio la Fiorentina al settimo posto, ritrovando una vittoria che in campionato mancava dal 17 ottobre, giorno di Juventus-Roma.

Una Fiorentina che proprio non riesce a far punti con le prime otto, uscita sconfitta 5 volte su 6, unica eccezione la vittoria contro l’Atalanta.

La Partita

Partita che si rivela subito complicata, come da copione, caratterizzata da un primo tempo a ritmi piuttosto alti ma con un solo tiro nello specchio della porta. Per il resto 14 falli e 2 cartellini gialli. Per la seconda volta in questo campionato, la Juventus non ha effettuato tiri nello specchio nei primi 45 minuti di una gara interna: contro il Sassuolo l’altra, poi persa 1-2 (OptaPaolo). La Fiorentina rischia subito con un rinvio di Terracciano che finisce contro Morata in pressione, poco dopo di nuovo Morata prende il tempo ad Odriozola, salta il portiere e serve Dybala che, sbilanciato con il corpo, calcia alto. I viola si fanno vivi con una palla in mezzo di Odriozola per Saponara che calcia alto con un tiro al volo. Si segnala poi una buona uscita di Perin e un colpo di testa di Vlahovic che esce fuori.

Ritmo più basso nel secondo tempo ma si vedono più occasioni di gol, oltre che il rosso decisivo di Milenkovic (doppia ammonizione). La seconda frazione di gara inizia con una bella giocata di Morata che si conclude con un tiro fuori di poco , nessuna emozione poi fino all’espulsione che indirizza la gara per il verso giusto, nonostante una Juve che non si sbilancia più di tanto e che fatica a concludere a rete; di fatti la Fiorentina rinuncia alla vittoria al minuto 73. La Juve si va viva con un tiro da fuori di Rabiot, deviato, che si tramuta in calcio d’angolo e per un cross di Cuadrado ben finalizzato da Morata, ma era fuorigioco. L’occasione migliore arriva però con Federico Chiesa che colpisce la traversa da posizione defilata. Nel recupero la giocata vincente di Cuadrado che salta Biraghi e trova il gol con un tiro sul primo palo, non impeccabile il portiere viola. Nel finale occasione del raddoppio non concretizzata da Chiesa e partita che termina con il risultato di 1-0.

Cuadrado, McKennie e De Ligt

Cuadrado non segnava dalla prima giornata di campionato, stasera si rifà con il gol vittoria (secondo gol alla Fiorentina dopo quello del 2015) e sfiora anche il primo assist stagionale(ed è una grossa novità, 16 assist stagionali nel 2020-21) sul gol annullato a Morata per fuorigioco; non veniva da un grande momento ma ritrova la rete proprio quando serviva, è importante rivederlo ai suoi livelli. Il colombiano non andava in gol da subentrato in Serie A dal novembre 2018, contro il Cagliari.

L’esultanza di Cuadrado dopo il gol alla Fiorentina. Foto: Juventus.com

McKennie conferma quanto fatto vedere con Sassuolo,Verona e Zenit, dimostrando di avere buonissime capacità da incursore e grande dinamicità, è bene togliergli definitivamente le merendine (rimembrando qualche diceria sul suo conto).Un motorino instancabile in mezzo al campo, momentaneamente fatto fuori Bentancur sul centro-destra.

McKennie VS Fiorentina. Foto:Juventus.com

Sempre sia lodato De Ligt, superbo nella marcatura su Vlahovic, un cliente non certo facile da gestire vista la grande forma del centravanti serbo. Il nostro centrale non lo fa quasi mai girare, lo butta giù e si guadagna sapientemente anche qualche fallo. Questa partita dimostra ancora una volta quanto sia bravo nei duelli fisici con attaccanti di peso come Vlahovic, Zapata, Belotti, Lukaku ecc.

Un Superbo De Ligt. Foto: Juventus.com

I soliti problemi offensivi e i dubbi tattici

La vittoria, tuttavia, non dissolve i problemi offensivi, dietro a Genoa,Verona, Empoli e Bologna per gol realizzati. Solo tre tiri nello specchio e un gol derivante più dalla giocata del singolo che da un azione corale, può andare bene qualche volta ma non sempre potremo contare sull’episodio o sulla singola giocata per vincere la partita.

Inspiegabile la scelta di puntare nuovamente su Rabiot molto largo che certifica la poca efficienza offensiva della fascia sinistra e incomprensibile la gestione dei cambi dopo il rosso a Milenkovic, si poteva osare di più, magari con due punte e non una, evitando di togliere Morata. Sicuramente c’è ancora tanto lavoro da fare per migliorare il gioco di questa squadra e per trovare un’alternativa di gioco reale ed efficace al classico contropiede.

Nel mentre Massimiliano Allegri ha vinto la sua 200ª partita sulla panchina della Juventus in tutte le competizioni, diventando il 3° allenatore a tagliare questo traguardo da quando esiste la Serie A (1929/30), dopo Trapattoni (319) e Lippi (227).

Max Allegri VS Fiorentina. Foto:Juventus.com

Cosa ci aspetta dopo la sosta

Si svuota quasi del tutto la Continassa, come di consueto, in occasione delle pause di campionato per gli impegni delle nazionali. Da verificare anche le condizioni di alcuni giocatori non al meglio delle loro condizioni fisiche: affaticamento al flessore per Bonucci, risentimento muscolare per Chiellini, entrambi indisponibili nell’ultimo match contro la Fiorentina e da valutare anche per la nazionale. Solo una contusione per Szczesny, problemino per Alex Sandro, mentre Kean rientrerà dopo la sosta come affermato da Allegri. Alla Continassa resteranno a lavorare in otto: Perin, Pinsoglio, Pellegrini, Rugani, Arthur e Kaio Jorge, oltre a De Sciglio e Kean.

Dopo la sosta affronteremo due trasferte molto complicate, la prima a Roma contro la Lazio di Sarri e la seconda a Londra contro il Chelsea per conquistare il primo posto nel girone di Champions. Subito dopo Atalanta, Salernitana e Genoa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...