Lavagna Tattica

Lavagna Tattica: l’Inter di Inzaghi

Terzo big match stagionale di campionato per la nostra Juventus che questa sera, affronterà a San Siro l’Inter di Simone Inzaghi. Nessun dubbio tattico per il tecnico piacentino che confermerà il 3-5-2 che in fase difensiva si trasformerà in un 5-3-2.

Fase di possesso

L’azione interista parte dai tre difensori centrali che attuando un giro palla finalizzato a superare la prima linea di pressione avversaria, si allargano per favorire l’inserimento di Brozovic tra le linee del pressing avversario. La fascia sinistra occupata da Perisic è quella più votata all’1 vs 1 e ai cross dal fondo, con la mezz’ala di riferimento che accompagna l’azione mentre Bastoni avrà il compito di sovrapporsi come “terzino” mentre quella di destra, è più votata agli scambi di posizione tra i tre uomini presenti in quella zona del campo con Skriniar che a differenza del suo compagno di reparto, raramente giunge sul fondo per mettere la palla in mezzo. I nostri dovranno cercare di limitare soprattutto la coppia d’attacco formata da Edin Dzeko e Lautaro Martinez che ha già messo a segno nel totale 12 gol stagionali e che ha dimostrato di avere un ottima affinità tecnica.

Fase di non possesso

In questa fase la formazione neroazzurra attua una prima pressione che tende a lasciare alla squadra avversaria, come unica opzione, il lancio lungo. I due quinti si abbassano per andare a dare una mano ai tre difensori centrali con due di essi che nella zona centrale del campo, vanno sull’uomo più vicino mentre i tre centrocampisti e le due punte hanno il compito di attaccare l’avversario che sarà nella loro zona per peggiorare la ricezione della palla. Quando non viene attuata la pressione, Brozovic si stacca dai due interni di centrocampo per impedire le imbucate centrali e per seguire gli inserimenti dei centrocampisti avversari.

Conclusioni  

Per quanto riguarda la nostra formazione che scenderà in campo questa sera si va verso il ritorno da titolare di Danilo che potrebbe agire da terzo centrale in un 3-5-2 a specchio in fase di possesso palla con Bonucci, in ballottaggio con de Ligt, e Chiellini che dovrebbero completare il reparto arretrato. Nonostante le dichiarazioni di mister Allegri, Arthur sembra destinato a partire nuovamente dalla panchina mentre il tandem offensivo dovrebbe essere formato come a San Pietroburgo, da Chiesa e Morata con Dybala che partirà dalla panchina dopo il recupero dall’infortunio patito contro la Sampdoria.

Salvatore Amato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...