Tactical Point

INCUBO DI UNA NOTTE DI FINE ESTATE

Si conclude nel modo peggiore che si potesse immaginare il mese di Agosto 2021 della Juventus. In sole 72h infatti ci si è ritrovati prima a fronteggiare i saluti della stella della squadra, con Cristiano Ronaldo che improvvisamente folgorato dalla nostalgia (anche dei contratti a salire?) è tornato a Manchester sponda United, e poi con una inspiegabile partita (non) giocata all’esordio casalingo in campionato, terminata con la storica sconfitta contro l’Empoli.

Dybala a terra

E a nulla vale recriminare per l’altra sinistra analogia tra Empoli e Benevento, ovvero i due rigori solari non dati subito dopo aver subito il gol dello svantaggio. Vero, le immagini hanno dimostrato che ieri sera il rigore su Dybala era netto (e a questo punto ci si chiede se il VAR sia solo un giochetto di linee per fuorigioco millimetrici) ma il punto focale se si vuole il bene della Juventus è capire il perché della formazione iniziale.

I più attenti avranno notato come la partita di ieri sera sia stata sinistramente simile all’altro inaspettato tonfo casalingo in primavera, contro l’altra matricola Benevento: una formazione con scelte discutibili, incapace di costruire trame di gioco degne di una squadra di vertice, con tanti singoli portatori di palla che regolarmente sbattono contro il muro avversario per poi essere infilati in ripartenza come lame affilate nel burro..

Il rigore su Dybala

Ci sta che la preparazione con questo nuovo staff sia iniziata solo a fine luglio, ci sta che le partenze delle squadre di Allegri siano state sempre alquanto lente in autunno, ci sta persino che una rosa menomata del suo campione a 36h dal match abbia degli sbandamenti, ma quel che non ci può stare è che Max abdichi al suo ruolo storico di “normalizzatore/esaltatore” per andare a inventare mosse a dir poco discutibili: proporre un attacco Dybala-Chiesa-McKennie è qualcosa di sconcertante, specie quando devi fare la partita in casa tua. Ma soprattutto è paradossale passare le settimane a incensare giovani come Fagioli e Ranocchia per poi trovarsi a inventare Danilo regista e buttare in campo un Rabiot fermo dall’Europeo..

Allegri interdetto al vedere i suoi

Detto che a questo punto ci si aspetta qualcosa entro mercoledì dal mercato, speriamo solo che il Mister utilizzi questa pausa innanzitutto per ricostruire una identità di gruppo a questa rosa di ragazzi con talenti inespressi e fragilità fin troppo palesi, ma anche per fare chiarezza sulla strada da intraprendere in stagione. In Juvengers alcuni di noi sono convinti da aprile scorso che questa rosa sia adattabile a un modello 4-2-3-1 che in fase difensiva diventa 4-5-1 (per quel che possono valere i numeri), però il lavoro più grande in questa opera di ricostruzione, che lo anticipiamo non sarà breve e vedrà ben altre cadute da mettere in preventivo, dovrà essere fatto nella testa di questi ragazzi, perché la frenesia e isteria del secondo tempo di ieri non riappaiano, e tornino invece sicurezza nei propri mezzi e voglia di esprimerli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...