Lavagna Tattica

Lavagna Tattica: l’Atalanta di Gasperini

Dopo aver vinto la Supercoppa italiana a gennaio, questa sera la Juventus tornerà a giocare a Reggio Emilia con in palio la Coppa Italia affrontando l’Atalanta di Gian Piero Gasperini che deciderà di schierare come da tradizione, il suo 3-4-2-1.

Fase di possesso

La formazione bergamasca tende ad iniziare la costruzione dell’azione dal basso con uno dei tre centrali difensivi che ricevendo la palla dal portiere, serve uno dei due centrocampisti centrali che scala sulla linea difensiva. In alternativa ad essere serviti con un lancio lungo, sono i due esterni di centrocampo che sono molto abili ad attaccare la profondità così da garantire alla propria squadra densità nella metà campo avversaria. L’uomo che più ha fatto la differenza in questo girone di ritorno è Ruslan Malinovskyi che oltre a garantire dei gol tirando anche dalla distanza, ha messo a referto ben 12 assist stagionali contribuendo al terzo ingresso consecutivo della Dea in Champions League.

Fase di non possesso

In questa fase i due esterni, arretrano sulla linea difensiva che diventa di conseguenza a 5 mentre uno dei due trequartisti, va a posizionarsi accanto al centravanti con il secondo invece che va a rinfoltire il centrocampo al fianco dei due titolarissimi De Roon e Freuler. Inoltre i nostri avversari attuano un pressing molto alto che si “sposta” in base al portatore di palla mentre la marcatura difensiva che viene attuata, è a uomo anche nei calci piazzati.

Conclusioni

Rispetto al derby d’Italia vinto sabato pomeriggio allo Stadium, ci saranno poche novità di formazione: Buffon alla sua ultima partita da titolare in bianconero prenderà il posto di Szczesny, Danilo si sposterà sulla sinistra per sostituire lo squalificato Alex Sandro mentre Dybala, dovrebbe andare ad affiancare Ronaldo in avanti dopo essere rimasto in panchina per tutto il match contro l’Inter. L’unico ballottaggio è tra McKennie e Kulusevski con l’americano che appare favorito per svolgere il ruolo di “assaltatore” tra le linee in fase offensiva e di esterno destro nella linea a 4 di centrocampo nella fase opposta.

Salvatore Amato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...