Spazio Liga

SpazioLiga: giornata 37

La giornata

Turno cruciale di campionato che con solo altri 90 minuti da giocare ha dato risposta a molti interrogativi, ma non a quello più importante: chi vincerà il titolo?

Separati da due lunghezze, Atletico 83 e Real 81, le madrilene si daranno battaglia a distanza per la corona, dopo le due vittorie di misura di domenica.

Il Real ha espugnato il Nuevo San Mames, grazie a Nacho, confermando il peso specifico del suo supporting cast.

La capolista invece vince nello psicodramma sull’Osasuna. Il vantaggio ospite di Ante Budimir viene ribaltato nel finale da Renan Lodi e da Luis Suarez, venti reti per l’Uruguayo. Ora i colchoneros si giocheranno la Liga a Valladolid sul campo dei Pucelas, disperatamente in cerca di punti salvezza dopo il pesante 4-1 subito a San Sebastian.

Chi di chiama fuori dalla lotta per il titolo è il Barça di Koeman, che subisce un upset casalingo clamoroso dal Celta Vigo con la doppietta di Santi Mina a superare la rete di Leo Messi.

Potrebbe aver approfittato della sconfitta dei catalani il Sevilla, ma gli andalusi incappano in un pesante ko per 4-0 a Villarreal, cadendo sotto i colpi di Carlos Bacca, offrendo una performance piuttosto povera, nonostante la prima mezz’ora di buon livello. Con la Champions già sicura ed il titolo irraggiungibile resta comprensibile un certo relax, ma il tonfo è stato pesante.

Altra vittoria rotonda in zona Europa League per la Real Sociedad che guidata da uno splendido Isak affonda il Valladolid, condannando i bianco malva all’impresa contro i colchoneros all’ultimo turno per sperare nella salvezza.

Un penalty del Panda Iglesias è sufficiente al Betis per superare l’Huesca che si salva per ora grazie alla differenza reti con l’Elche. Per i bincoverdi si deciderà a Vigo se sarà Europa League o Conference League, nella lotta a distanza con il Sottomarino Giallo.

Nel mentre c’è chi già in vacanza dispensa regali più o meno voluti. Il Levante soccombe 2-1 sul campo del Getafe che a suo modo, agonismo e ferocia, si conquista la salvezza grazie alle reti di Kubo ed Aleña. Il Cadiz viene superato in casa per 1-3 dall’Elche e questi tre punti pesantissimi per i franjiverdes lasciano aperta le possibilità di salvezza degli ilicitani.

Niente da fare invece per l’Eibar che sorpreso dall’uragano Soler a Valencia dice definitivamente addio alla Liga, dopo aver fatto per anni i miracoli.

Ormai quasi tutti i verdetti stanno per essere pronunciati. Ancora 90 minuti di Liga, saranno intensissimi.

Squadra della settimana

Squadra della settimana (dati SofaScore)

Top 3

1. Carlos Soler: era facile naufragare durante questa stagione tribolata, apice della confusionaria e incomprensibile gestione Lim. Il Valencia però non ha capitolato, sopratutto grazie ad un generale del centrocampo di qualità che ha saputo tenere la barra dritta anche nei momenti più complessi. Il metronomo tarjona con la doppietta sull’Eibar scollina la doppia cifra di reti (11), e arriva ad 8 assist. Una stagione di altissimo livello che forse significa che il numero 8 dei pipistrelli potrebbe anelare a palcoscenici più sereni ed ambiziosi. METRONOMO

2. Carlos Bacca: l’ex milanista può sembrare ormai un centravanti sul viale del tramonto, ma la prestazione odierna è di altissimo livello. Certo la stagione non è stata a grandi livelli e per un certo periodo il colombiano si è ritrovato a far panchina anche al giovane Fer Niño. Una tripletta che può essere un buon viatico per un 2021 migliore o il canto del cigno di un buon interprete del ruolo. PENSIONE DORATA

3. Nacho Fernandez: di certo non è il migliore dei suoi, ma ha il merito di mettere la firma sulla rete decisiva per la vittoria merengue al San Mames. Questo Real poco galattico, ma molto proletario non sarà lo squadrone di qualche stagione fa, ma i pretoriani di Zizou stanno vendendo cara la pelle e solo all’ultimo turno cederanno, eventualmente, lo scettro della Liga con combattività e grinta. GREGARIO INCENDIARIO

Flop 3

1. David Timor: il Getafe si salva grazie alle reti di Kubo ed Aleña, gli uomini di maggior qualità tecnica degli azulones. La salvezza arriva dopo una stagione deludente dove lo stile di gioco Bordalas ha manifestato più volte il suo essere superato e anacronistico, per lo meno con gli interpreti attuali. L’aggressività e l’intensità richieste dal Romano spesso hanno trasceso in mera violenza e caccia all’avversario. Un esempio chiaro e lampante è rappresentato dalla gomitata criminale di Timor a Malsa, gesto riprovevole e da condannare senza appello. GETAFE CIUDAD VIOLENTA

2. Cadiz: la società gaditana dopo la promozione a sorpresa della scorsa stagione bissa l’exploit guadagnando una salvezza storica. I ragazzi di Cervera hanno fatto soffrire tutti in Liga, anche i giganti, garantendosi un posto nella massima divisione iberica anche la prossima annata. A risultato ottenuto ci può stare un po’ di rilassamento, ma i gialli andalusi cedono di schianto in casa contro l’Elche regalando ai franjiverde tre punti che potrebbero condizionare fortemente la lotta salvezza. Sia ben chiaro niente di torbido, ma una piccola macchia sul 20/21 del Cadiz resta. PAPÀ NOEL

3. LUUK DE JONG: il giustiziere delle ambizioni di coppa dell’Inter nella scorsa stagione non ha avuto una esperienza troppo felice in maglia Sevilla quest’anno. En-Nesyri si è ormai guadagnato la maglia da titolare e all’olandese restano le briciole. Briciole che l’ex PSV spreca malamente come le occasioni contro il Villarreal. PALLOTTOLA SPUNTATA

Le partite

Athletic Bilbao – Real Madrid 0-1 (N. Fernandez 68)

Deportivo Alaves – Granada 4-2 (P. Pons 8, R. Duarte 21, Joselu 66, L. Rioja 72 – J. Molina 31, A. Puerta 63)

Atletico Madrid – Osasuna 2-1 (R. Lodi 82, L. Suarez 88 – A. Budimir 75)

Real Sociedad – Real Valladolid 4-1 (A. Isak 6,16, D. Silva 28, A. Januzaj (R) 35 – Marcos Andrè 82)

Cadiz – Elche 1-3 (J. Mari (R) 15 – P. Milla 58, D. Gonzalez 64, Fidel 88)

Villarreal – Sevilla 4-0 (C. Bacca 34,47, 79, G. Moreno 66)

Valencia – Eibar 4-1 (G. Guedes 3,49, C. Soler 19,30 – B. Gil 38)

Barcelona – Celta Vigo 1-2 (L. Messi 28, S. Mina 38, 89)

Real Betis – Huesca 1-0 (B. Iglesias (R) 57)

Getafe – Levante 2-1 (C. Aleña 13, T. Kubo 84 – G. Melero 30)

La classifica

Stefano Follador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...