I tre ruggiti del Leone

I 3 RUGGITI DEL LEONE – Risponde Franco Leonetti

Vittoria sul Parma che rispecchia l’alternanza stagionale: pessimo il primo tempo e buono il secondo. Che indicazioni possiamo trarre dal match contro i ducali?

Erano fondamentali i 3 punti per la rincorsa al piazzamento Champions e sono arrivati. Il resto è marginale a questo punto della stagione. La Juventus di Pirlo è questa purtroppo, l’abbiamo analizzata, sviscerata, sezionata al microscopio, ma i difetti di questa squadra sono evidenti come la poca mano del Mister nel saper incidere su gioco, testa e atteggiamenti dei giocatori. La Juve deve entrare nelle prime 4 per approdare in Europa e vincere la finale di Coppa Italia, se non si sono visti miglioramenti basici da settembre ad oggi, credo sarebbe idealistico attenderseli nel rush finale di stagione.

***

La squadra potrà essere influenzata dalle vicende extracampo degli ultimi giorni?

Certe scorie si accumulano e possono incidere. Anche perché gli attacchi al mondo bianconero sono giunti repentini e proseguiranno. Deve essere brava la dirigenza e in particolare modo il Presidente a saper isolare la squadra dalle violenze verbali che circolano. L’obiettivo principale di tecnico e giocatori è quello di far bene in campo, il resto compete ad Andrea Agnelli, i suoi collaboratori e la proprietà.

***

Dichiariamo fallita la questione Superlega? Agnelli resterà presidente della Juve oltre ogni ragionevole dubbio e con rinnovato entusiasmo ed ambizione?

Il presidente ha dichiarato chiusa la questione, F. Perez dice di no. In ogni caso, in questo momento storico, causa alcuni errori strategici e sostanziali che ne hanno decretato lo sfaldamento, la SuperLega è una questione chiusa. Certo che la figura a livello internazionale non è stata eccellente, e il danno d’immagine è pesante. Andrea Agnelli si è dimostrato un Presidente lungimirante, avanti anni luce rispetto alla concorrenza, e con una peculiarità imprescindibile nel calcio: essere un vincente. Le decisioni ora spetteranno alla Exor, la cassaforte di famiglia proprietaria della società della Continassa. Fatico a pensare ad un successore del Presidente, ma nelle prossime settimane si giungerà ad un bivio, o dentro o fuori. Inutile dire che, personalmente, mi auguro di vedere Andrea Agnelli ancora in sella, con rinnovata energia, fiducia ed entusiasmo, per condurre la Juventus verso un nuovo ciclo che necessita di scelte operative e strategiche immediate.

Franco Leonetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...