#MatchAnalysis

Juventus-Genoa 3-1. Avanti così.

Serie A: Juventus-Genoa 3-1 - Calcio - Ansa.it

La Juventus supera per 3 a 1 il Genoa di Davide Ballardini e porta così altri 3 punti importanti per la corsa Champions.

A segno per i bianconeri Kulusevski, Morata e Mckennie, per i rosso-blu l’ex obiettivo di mercato invernare Scamacca.

Andrea Pirlo schiera il solito 4-4-2 con Szczesny, Chiellini-De Ligt coppia centrale, Cuadrado e Danilo a completare il reparto difensivo, Rabiot-Bentancur in mediana con Chiesa e Kulusevski sulle ali, Ronaldo e Morata coppia d’attacco.

IL FILM DELLA PARTITA

1-0 Dejan Kulusevski (4° min.)

I bianconeri affrontano subito il match con grinta e decisione, trovando subito la rete con Kulusevski. Cuadrado salta Rovella e serve lo svedese che di sinistro trafigge Perin con un tiro angolato.

2-0 Alvaro Morata (22° min.)

La juve controlla la partita è tenendo alto il suo baricentro, mette molta pressione al Genoa che perdendo palla sulla pressing di Chiesa, subisce il contropiede dell’ex viola che conclude in porta. Perin respinge sui piedi Ronaldo che prende il palo a porta vuota, ma l’accorrente Morata insacca in rete di prepotenza e chiude il contropiede bianconero.

Ottavo gol di Morata che eguaglia la sua migliore stagione in Serie A e il diciassettesimo gol stagionale in tutte le competizioni.

Funziona bene l’asse Cuadrado-Kulusevski, in palla particolarmente lo svedese sia in zona gol che in fase di non possesso, abbassandosi per coprire le discese di Zappacosta e ripartendo con buona gamba alimentando le azioni offensive.

Juventus-Genoa 3-1 , pagelle: Szczesny notevole, Ronaldo troppo sicuro;  partitone Scamacca- Corriere.it
Conclusione di Scamacca, para Szczesny (45° min.)

La Juve rischia grosso sul finale con Scamacca che passando tra De Ligt e Chiellini, si trova davanti a Szczesny che in uscita gli nega il gol che accorcerebbe le distanze.

Juventus-Genoa 3-1 Risultato finale Serie A 2020/2021, gol di Kulusevski,  Morata e McKennie
2-1 Gianluca Scamacca (49° min.)

Gioia del gol solo rinviata per la punta genoana, che ad inizio ripresa, trova e punisce una disattenzione ormai classica nelle prime battute del secondo tempo. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo calciato da Rovella, Scamacca insacca alle spalle del portiere polacco di testa lasciato solo nel cuore dell’area di rigore.

I bianconeri subiscono il colpo e i rosso/blu sfiorano due volte il pari con Pjaca. Prima e Szczesny a evitare il gol, poi il croato da posizione ravvicinato tira alto sopra la traversa.

Le squadre si allungano e si creano più spazi con la Juve alla ricerca del terzo gol, il Genoa alla ricerca del pareggio.

Juventus-Genoa 3-1: Kulusevski, Morata e McKennie consolidano il terzo  posto bianconero - la Repubblica
3-1 Weston Mckennie (70° min.)

Ma sono i bianconeri a trovare la rete con Mckennie su assist di Danilo, che vede l’inserimento dell’americano alle spalle della difesa genoana che con freddezza supera Perin.

In vantaggio di tre gol, la juve cerca di congelare il risultato mantenendo il possesso palla gestendo la restante parte del match, non correndo grandi pericoli e creando un occasione quasi al termine con Alex Sandro, bravo in questo caso Perin a chiudere lo specchio.

I NUMERI

Juventus-Genoa

La Juventus ha il pallino del gioco per tutta la gara (57,9%), subendo solo il Genoa a ridosso degli inizi del secondo tempo.

Ritmo alto per gli uomini di Pirlo che cercano meno traversoni nel cuore dell’area di rigore(19) e avvolgono la difesa genoana con una fitta rete di passaggi(671) e transazioni su tutto il fronte offensivo. 25 i tiri in totale con una precisione al tiro del 48,0%,

HEATMAP

1°tempo-2°tempo

I bianconeri in tutta la partita sfruttano molto la corsia Cuadrado-Kulusevski che crea molti grattacapi alla retroguardia genoana. La manovra della Juventus si svolge prevalentemente a ridosso dell’area di rigore avversaria con un baricentro molto alto ed un pressing costante.

Soprattutto nel secondo tempo si sfruttano tutte le zone del campo, intensificando un possesso palla in mediana cercando di imbastire la manovra sulle fasce per cui concludere a rete.

Bene sovrapposizioni ed inserimenti, con cui nasce il gol di Mckennie che si trova così solo davanti a Perin. Molti movimenti senza palla della mediana per contribuire alla ricostruzione dal basso con Bentancur e Rabiot a turno a ridosso della coppia difensiva per imbastire la manovra.

Diretta Juventus-Genoa 3-1: i bianconeri proseguono nel rilancio - la  Repubblica

Prossima sfida delicatissima Domenica 18 aprile contro l’Atalanta di Gasperini a Bergamo, con i neroazzurri imbattuti da quattro gare andando a segno ben undici volte.

Di Gianluigi Cascarano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...