Lavagna Tattica

Lavagna Tattica: il Torino di Nicola

Dopo due difficili settimane di sosta per le Nazionali, nel tardo pomeriggio di oggi la Juventus torna in campo giocando il derby della Mole contro i cugini del Torino guidato da Davide Nicola. Il tecnico piemontese da quando è arrivato sulla panchina granata, ha sempre schierato un 3-5-2 che quasi sicuramente sarà riconfermato anche nella gara odierna.

Fase di possesso

In questa fase e soprattutto con questo sistema di gioco, il Toro cercherà di dare ampiezza alla manovra grazie al lavoro svolto dai due quinti e di attaccare al meglio la profondità con le due punte. Inoltre i nostri avversari dovrebbero effettuare soprattutto una costruzione alta che parte direttamente da Sirigu o dai uno dei tre difensori centrali. In caso di una manovra dal basso, i centrali difensivi cercano di servire “el General” Tomás Rincon, che dovrebbe essere posizionato davanti alla difesa mentre Antonio Sanabria, tenderà ad abbassarsi per ricevere il pallone. Proprio il giocatore paraguaiano, fortemente voluto da Nicola già nella scorsa stagione al Genoa e molto abile nell’attaccare la profondità, è ancora una volta favorito per partire titolare al fianco di capitan Belotti.

Fase di non possesso

In fase difensiva, gli uomini di Nicola si disporranno con un 5-3-2 o addirittura un 5-4-1 modulo che cercherà di fornire più compattezza alla squadra soprattutto dal punto di vista difensivo con i due quinti, con Ansaldi che potrebbe essere dirottato a dx se dovesse giocare Murru sulla fascia opposta, che scaleranno sulla linea difensiva mentre una delle due punte potrebbe dare supporto ai tre centrocampisti con l’altro attaccante che rimane come ultimo-unico uomo offensivo.

Conclusioni

Nonostante le assenze dovute al COVID-19 e ai ben noti motivi disciplinari, la Juventus è chiamata a vincere questo derby per portare avanti il raggiungimento del nuovo obiettivo stagionale, la qualificazione alla prossima edizione della Champions League, in vista di un mese molto importante anzi decisivo anche per il futuro sportivo di molti dei suoi componenti.

Salvatore Amato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...