I tre ruggiti del Leone

I 3 RUGGITI DEL LEONE – Risponde Franco Leonetti

Buona prestazione ieri sera per Bernardeschi da terzino, ci auguriamo sia di buon auspicio. Siamo davanti a un suo recupero e rilancio in stile Zambrotta ai tempi di Lippi oppure è stato solo un fugace exploit?

Bernardeschi finalmente. Il ragazzo deve mettersi in testa che ha tutto per fare bene alla Juve, ma dipende solo da lui. Lo abbiamo visto alcune volte con atteggiamento poco grintoso e un po’ scarico, mentre Federico ha piedi, corsa, tenuta e qualità, quindi ci si attende sempre la giocata o l’intuizione di livello. Il futuro in bianconero dipende solo ed esclusivamente dalla sua continuità, applicazione e voglia di sacrificarsi, il ruolo alla Zambrotta potrebbe essere nelle sue corde per doti fisiche e tecniche e Pirlo lo vede lì. Ma ripeto, dipende solo dal ragazzo.

***

Chiesa negli atteggiamenti in campo e nelle dichiarazioni ai media sembra che sia juventino da sempre, si è calato perfettamente nell’ambiente assorbendone subito la mentalità.
Ti aspettavi da parte sua una così repentina scalata all’universo bianconero?

Sinceramente chi criticava Chiesa non lo conosceva per nulla. Chiaro che poi nessuno poteva attendersi un inserimento tanto fulmineo quanto decisivo con la Juve, ma se una dirigenza decide di investire una cifra così elevata, sa bene cosa fa e non è sprovveduta come alcuni tifosi, criticoni a prescindere, pensano e scrivono sui social. Chiesa è un uomo che dà tutto in campo, con ampie porzioni di qualità e doti da scattista, poi ora ha imparato anche ad avvicinarsi maggiormente alla porta e i risultati si vedono nei suoi gol e nella sua cattiveria agonistica e carattere. Un nuovo pilastro della Juve del presente e del futuro, un ragazzo su cui poter contare ad occhi chiusi, così come McKennie, appena acquisito definitivamente dalla Juve. L’americano costerà al massimo 25 milioni, soldi spesi per un centrocampista moderno, con corsa, grinta, qualità nei piedi, inserimenti, forte di testa e gol nel ruolino di marcia. Ottima operazione preparata su indicazioni di Pirlo e la sagacia dirigenziale nell’andarlo a prendere.

***

Distopia. Juve fuori dalle prime quattro posizioni che garantiscono la Champions League. Che decisioni prenderebbe la società?
La qualificazione all’Europa che conta è la condizione minima per la riconferma di Pirlo?

Il passaggio ai quarti di finale di Champions è l’obiettivo minimo che la società ha puntato in Europa, l’eventuale fallimento del target sarebbe devastante per le casse bianconere in periodo di covid, cosiccome stare fuori dai primi 4 posti in campionato. Per Pirlo si farebbe molto dura la vita, anche se personalmente so che il progetto Pirlo ha un respiro più ampio, ma certo a fine anno alla Juve si fanno sempre i conti con le dovute riflessioni portate dai risultati sul campo. Ritengo che con il recupero di tutti i grandi infortunati-assenti la Juve avrà modo ancora di giocarsi le proprie carte con obiettivi da raggiungere.

Franco Leonetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...