#MatchAnalysis

Coppa Italia: Juventus-Inter 0-0, il pareggio perfetto

Risultato immagini per Juventus inter coppa italia 0 a 0

La Juventus raggiunge la 20° finale di Coppa Italia con un solido 0-0 reduce dal 1-2 inflitto ai neroazzurri a San Siro nella partita d’andata.

Pirlo schiera il consueto 4-4-2 con il portiere di coppa Buffon, reparto difensivo con il muro De Ligt-Demiral e Alex Sandro-Danilo i terzini, centrocampo in mano a Bentancur-Rabiot complice l’assenza di Arthur per febbre, Bernardeschi-Cuadrado laterali offensivi e coppia d’attacco Kulusevski-Ronaldo.

Juventus-Inter

FILM DELLA PARTITA

Nel primo tempo l’Inter cerca di premere subito sull’acceleratore sfruttando la corsia di Hakimi, il classico lavoro sporco di Lukaku con sponde e protezione del pallone per favorire gli inserimenti sia del terzino marocchino che di Barella.

Risultato immagini per Juventus inter coppa italia 0 a 0
Adrian Rabiot

I bianconeri , memori degli scontri precedenti e dell’impostazione tattica standardizzata di Antonio Conte, attendono e accettano di farsi attaccare dall’Inter, restando bassi con la linea difensiva e gestendo il pallone in fase di possesso. La mancanza di Arthur si fa sentire, soprattutto nel pressing alto messo in pratica dai neroazzurri portando gli uomini di Pirlo a compiere lanci lunghi così da non mettere in condizione Ronaldo e Kulusevski di poter esprimere al meglio le proprie qualità palla al piede.

Risultato immagini per Juventus inter coppa italia 0 a 0
Tiro di Ronaldo sul primo palo, attento Handanovic (min. 43)

Nei primi 45 minuti la squadra di Antonio Conte reclama prima un calcio di rigore inesistente per un fallo subito da Lautaro in aria di rigore, poi pizzicano la retroguardia juventina con Lukaku, che cerca di carambolare il pallone in rete con il corpo, un cross su palla inattiva di Eriksen e sporcano i guanti a Buffon con una conclusione di Brozovic dalla lunga distanza. I bianconeri si fanno pericolosi con Ronaldo che da posizione defilata tenta di sorprendere Handanovic sul primo palo ma l’estremo difensore risponde presente.

Il secondo tempo vede l’Inter continuare a spingere ma senza creare problemi dalle parti di Buffon, in cui le ansie maggiori le subisce con qualche palla persa da Bentancur in fase d’impostazione, non propriamente a suo agio in quella zona di campo ma autore comunque di una buona prestazione.

Juve-Inter 0-0: Pirlo in finale di Coppa Italia
Tiro di Ronaldo sopra la traversa (min. 59)

E’ la Juve con le sue ripartenze a sfiorare il gol con Ronaldo. Il portoghese prima su una progressione e assist di Rabiot, tira sopra la traversa, poi davanti ad Handanovic tira d’esterno centrale anziché cercare un tiro incrociato sul secondo palo e infine con una grande azione personale da slalomista tra i difensori dell’Inter superando prima Skriniar e poi Barella, colpisce di potenza sul lato destro del portiere sloveno che respinge.

Juve-Inter 0-0, il tabellino
Ronaldo in dribbling su Skriniar e Barella (min. 70)

La Juventus si esalta in fase difensiva minuto dopo minuto, chiudendo ogni varco ribattendo ogni conclusione verso la rete e con l’entrata di Chiellini mette definitivamente il lucchetto alla porta portando così a casa un solido e importante 0-0 che vale la finale di Coppa Italia aspettando la vincente del match di ritorno tra Napoli e Atalanta.

Risultato immagini per Juventus inter coppa italia 0 a 0

UOMINI CHIAVE

Matthjis De Ligt, l’obiettivo oggi era uno solo, contenere Lukaku. Il giovane olandese non solo lo contiene, ma lo annulla completamente. Zero tiri per il belga, che affronta una delle serate più nere con il difensore della Juventus attaccato alle caviglie, non concedendogli libertà di movimento. De Ligt svolge un’ottimo lavoro non solo sulla marcatura a uomo portata al centravanti dell’Inter, ma anche su importanti chiusure difensive ad Hakimi e sulle palle vaganti in aria di rigore.

Merih Demiral, Un muro. Non c’è altro termine per descrivere il turco che sfodera probabilmente la prestazione migliore con la maglia bianconera, svolgendo un lavoro a dir poco eccezionale su Lautaro Martinez, seguendo l’argentino in ogni parte del campo. Ribatte ogni conclusione diretta in porta ed è su ogni linea di passaggio a ridosso o all’interno dell’area di rigore.

Si torna in campionato con il prossimo appuntamento Sabato 13 Febbraio alle 18.00 contro il Napoli allo stadio Diego Armando Maradona, sfida importantissima in ottica rimonta su Milan e Inter, per poi indossare l’abito da sera Mercoledì 17 Febbraio per l’andata degli ottavi di Champions League contro il Porto.

Di Gianluigi Cascarano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...