Spazio Liga

SpazioLiga: focus su Mauro Arambarri

Chi è?

Mauro Wilney Arambarri Rosa è un centrocampista uruguaiano nato a Salto il 30 settembre 1995.

Concittadino di gente del calibro di Edinson Cavani e Luis Suarez, si è messo in luce per la prima volta al mondiale U20 del 2015 quando formava una terribile mediana di centrocampo con il cagliaritano Nahitan Nandez.

Formatosi al Defensor Sporting dove attira molti ammiratori dall’Europa, inclusa la Juventus, approda dopo un triennio in prima squadra al Bordeaux.

La squadra francese sta facendo incetta di talenti sudamericani, ma con i girondini Arambarri trascorrerà un biennio disastroso, con poche sciagurate presenze che lo rendono un bidone clamoroso agli occhi della stampa.

Nonostante le pessime prestazioni in Ligue1 nel 17/18 approda al Getafe.

In maglia Azulon, sotto la guida di El Romano Bordalas il giovane centrocampista charrua esplode con una stagione stellare.

Nelle stagioni successive Arambarri diventa una pedina fondamentale della squadra, confermandosi ad alti livelli di rendimento e crescendo in personalità e completezza di gioco.

Come gioca?

Arambarri è un centrocampista difensivo dal fisico compatto (175 cm x 74kg) incarna in pieno lo spirito combattivo e tenace del Getafe.

Mediano con un talento eccezionale nel distruggere il gioco avversario, funge da schermo alla difesa dividendo la mediana solitamente con Maksimovic, occupandosi del centrodestra.

Heatmap di Arambarri stagione 19/20 (Passione Liga)

Giocatore generoso, indomabile, ma che nelle ultime stagioni ha saputo crescere molto anche dal punto di vista della pulizia tecnica e degli inserimenti senza palla, limitando qualche intemperanza caratteriale.

Uomo ovunque della manovra del Getafe e cuore pulsante dello scacchiere tattico di Bórdalas che ha saputo massimizzare il proprio potenziale e rendimento grazie ad un contesto tattico particolarmente adatto alle sue caratteristiche.

Perché seguirlo?

Se amate l’Uruguay e la retorica della garra charrua adorerete certamente Mauro Arambarri.

Non è un colosso, ma è un gladiatore ed un combattente e non esce mai dal campo senza aver dato tutto.

Se amate i gregari di temperamento e generosità che però sanno unire anche una discreta cifra tecnica, Arambarri potrebbe diventare il vostro calciatore feticcio.

Stefano Follador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...