#RawDiamonds

#RawDiamonds: Wesley Fofana

Chi c’è stato lo sa, Marsiglia è una città meravigliosa, affascinante e piena di vita, ma è un labirinto di viuzze e di quartieri popolari quasi insuperabile, tentacolare ed asfissiante nel suo abbraccio caloroso, colorato e multietnico, ma anche stretto e che stritola tanti suoi giovanili figli che ne rimangono imprigionati, incapaci di uscire dalle banlieu e dalle dinamiche di strada.

Chi Marsiglia l’ha salutata giovanissimo e senza quasi voltarsi indietro è Wesley Fofana, ennesimo talento di scuola francese, esploso nel luogo più antitetico per un marsigliese, la Saint Etienne dei Verts, e poi affermatosi in maniera importante in questa prima metà di stagione con la maglia delle Foxes di Leicester nella ricca ed oltremodo competitiva Premier League.

Biografia

Wesley Fofana nasce il 17 dicembre 2000 a Marsiglia.

È il quarto di sei figli di una famiglia di chiare origini dell’Africa Occidentale, Mali e Costa d’Avorio, di religione mussulmana, ma con una grande passione per il calcio, passione trasmessa anche a Wesley.

Nasce come tifoso dell’OM, innamorato delle atmosfere e della passione che il Velodrome sa trasudare a tutta la città.

Il percorso nel calcio di Wesley non parte come succede per molti giovani talenti da un vivaio importante e rinomato, ma da una sfilza di piccoli club che il difensore centrale inizia a frequentare dall’età di sei anni.

Repos Vittolles (2006-08), Bassin Minier (2008-10), Pennes Mirabeau (2010-11) e Bel Air (2011-15).

Queste sono le varie squadre locali in cui il giovane Wesley muove i primi passi, finché nel 2015, grazie ai buoni rapporti fra il Bel Air e il Saint Etienne viene notato dagli osservati dei Verts ed inserito nel vivaio della società rivale dell’amato Marsiglia.

Nella città delle miniere, capitale del dipartimento della Loira, Wesley viene individuato come uno dei migliori talenti, ma non certo una stella del settore giovanile. Proverà a tutti i dirigenti che si sbagliavano nel giro di pochi mesi.

La scuola del Saint Etienne riesce a tirare fuori il meglio dall’enorme potenziale de “Le Rocher”, la roccia in italiano, soprannome coniato dall’Equipe in riferimento alla sua esuberante fisicità, e dopo tre anni di crescita nelle giovanili, i dirigenti si assicurano di offrire a Fofana un contratto da professionista appena possibile per la legge francese.

È il maggio 2018, ma dovrà passare ancora un anno intero però per vedere il marsigliese scendere in campo in Ligue1.

Il debutto di Wesley sarà in occasione della vittoria per 3-0 sull’OGC Nice, sostituendo Polomat il 18 maggio 2019.

Ma l’ascesa di Fofana in maglia verde non sarà immediata, passano mesi di panchine e scampoli di partita per tutto l’inizio della campagna 19/20. La sorte cambia a novembre quando al Geoffroy-Guichard fa visita il Monaco. La gara è una partita combattuta, sofferta e di grande sacrificio per i padroni di casa che la vincono per 1-0, grazie sopratutto ad una prestazione stellare di Wesley, schierato nel terzetto difensivo sul centrodestra. Il marsigliese è su tutti i palloni, puntuale, preciso e grintoso, conquistando la fiducia di mister Puel che da questa prestazione in avanti ripone tutta la sua fiducia nel ragazzo.

Fofana si dimostra un talento fuori dal comune in più occasioni, ma è contro un’avversario tosto come il brasiliano Neymar che da il meglio, durante la finale di Coppa di Francia. Il Psg conquisterà il trofeo vincendo per la minima, ma la prestazione di Wesley è sorprendente, annullando l’ex Barça e tutto quello che passasse dalle sue parti con una maturità ed una autorevolezza sorprendenti.

A fine stagione saranno 22 le sue presenze, fra coppe e campionato, di qualità eccellente e senza difficoltà di adattamento a modulo a 3 o a 4. Oltretutto il ragazzo è grande protagonista nella vittoria della Gambardella’s Cup 2019.

A Saint Etienne sono a dir poco entusiasti delle potenzialità del ragazzo e si sentono sicuri del futuro della difesa dei Verts, rimpiazzo di Perrin, ritiratosi dopo 25 stagioni in società, e di William Saliba, già accasatosi all’Arsenal per 30 milioni di euro.

Tuttavia la sessione di mercato anomala, influenzata dalla pandemia mondiale, porta delle novità inattese. La situazione economica è quanto mai incerta e quando alla società delle Pantere Nere vengono recapitate offerte ed interessamenti tutti iniziano a vacillare, Wesley per primo, impaziente di sistemare la famiglia dal punto di vista economico.

La voce giunge anche alla tifoseria che non apprezza e che arriva a far capire ampiamente che questo tipo di desideri non è tollerato, rompendo di fatto il rapporto con il calciatore risentito dagli insulti e dalle minacce ricevute, con il marsigliese che non aiuta certo a distendere il clima dicendo esplicitamente che l’occasione economica che gli si palesa davanti nella sessione di mercato è imperdibile, dato che vuole sistemare quanto prima la situazione economica di genitori e fratelli.

Alla fine di una lunga querelle di mercato tra diverse squadre è il Leicester ad avere la meglio su West Ham e Milan, staccando un assegno da 35 milioni di euro, la cui bontà viene confermata anche dalle prestazioni in avvio di stagione con la maglia del Saint Etienne.

Giunto al Leicester la curva di crescita del ragazzo non sembra voler rallentare, conquistando in breve tempo il King Power Stadium, grazie ad uno stile di gioco energico e spettacolare ed a prestazioni di altissimo livello, in pieno stile Premier League.

Caratteristiche tecniche

Wesley Fofana è un difensore centrale puro, che si posiziona la maggior parte delle volte sul centro destra, in difesa a tre o a quattro.

Físicamente dominante, atleta superbo per rapidità, elevazione e resistenza. 190 centimetri di statura, praticamente insuperabile nei contrasti e nei duelli aerei.

Tuttavia non pensiate che il ragazzo sia solo forza bruta, tutt’altro.

Wesley pur conscio del suo potenziale fisico non basa il suo gioco esclusivamente sulle sue capacità motorie, possedendo senza dubbio una buonissima capacità di lettura del gioco ed una impostazione mentale adatta ad un ruolo così delicato come quello del centrale di difesa.

Uno degli aspetti del suo gioco più interessanti è la capacità di leggere e scegliere diverse opzioni dal suo arsenale difensivo a seconda delle situazioni. Sa portare bene l’anticipo, ma comprende bene quando è opportuno cercarlo e quando invece è meglio coprire la profondità e tenere un atteggiamento conservativo.

Difensivamente le sue qualità sono molto importanti e nonostante alcune ingenuità, comprensibili per uno che non ha ancora disputato 50 gara fra i professionisti, Fofana si sta dimostrando una difensore di primo livello che coniuga mezzi fisici importanti con una capacità di lettura del gioco, una concentrazione ed una attenzione insolita per un calciatore così giovane. Queste doti lo hanno reso sin da subito protagonista anche con la maglia delle Foxes, a dispetto dei dubbi di qualche addetto ai lavori sulla valutazione eccessiva data al ragazzo in estate. Ora il Leicester è la terza forza del campionato, dimostrando solidità e un rendimento più elevato rispetto a quanto previsto, sopratutto grazie all’exploit di Fofana, Ndidi e Tielemans che sono andati ad integrare magnificamente la vecchia guardia dei blu.

Oltre alle doti nell’uno contro uno è da sottolineare pure una grandissima capacità di leggere le linee di passaggio, sopratutto quando parliamo di cross bassi o di filtranti che partono dall’esterno. Wesley segue bene il suo uomo, ma raramente perde di vista la sfera, riuscendo spesso ad intercettarla con ottimo tempismo.

Tuttavia non mancano gli aspetti da rivedere e migliorare anche per un talento come il marsigliese, sopratutto se parliamo di gestione del pallone ed impostazione, compiti sempre più importanti anche per un difensore centrale.

Pur disponendo di una tecnica di base decente sicuramente deve crescere molto nella capacità di impostazione e di passaggio. Non pare infatti essere a proprio agio con la sfera ai piedi, ingarbugliandosi e cacciandosi talvolta in situazioni spinose. Risulta macchinoso nella conduzione e non si fida della sua capacità di passaggio limitando il suo operato ad appoggi piuttosto scolastici.

Talvolta dopo un ottimo recupero perde il possesso in maniera sciocca, valutando male le opzioni di passaggio o avendo fretta di liberarsi della palla, sopratutto nel caso in cui gli avversari portino pressione.

Nel gioco aereo come già detto è estremamente forte, ma ad oggi nonostante le grandi capacità atletiche ed il tempismo non è riuscito a tradurre le sue doti in pericolosità su corner o calcio piazzato, trovando difficoltà nel ricevere la palla.

Evoluzione

A soli 20 anni Fofana si sta imponendo senza dubbio fra i migliori difensori della Premier League e la cosa più interessante è che pare avere notevoli margini di miglioramento.

Con l’esperienza sicuramente migliorerà la capacità di intervenire in maniera più composta e meno irruente, ma sopratutto migliorerà la capacità di gestire il pallone, magari senza diventare il prossimo Iniesta, ma diventando più affidabile in questo fondamentale.

Le sue caratteristiche tecniche, l’aggressività, la capacità di difendere in avanti, pur riuscendo a negare il vantaggio della profondità agli avversari, la fisicità debordante ed una mentalità estremamente focalizzata lo rendono un calciatore perfetto per l’ambiente della Premier League, dove le sue doti vengono esaltate al massimo.

L’impressione è quella di essere di fronte ad uno dei grandi difensori della sua generazione, a cui forse difetta il carisma e la leadership di un De Ligt, ma che già ora può essere considerato un ottimo interprete del ruolo, con grandi margini di miglioramento.

Dal suo sbarco a Leicester le cose sono andate sempre nel verso giusto sia per le Foxes che per il francese, la vera prova de nove per il ragazzo arriverà nel momento in cui si paleserà un periodo di flessione a livello di prestazioni. In quel frangente la tenuta mentale di Wesley verrà messa alla prova e potremo capire se fa parte di quella ristretta cerchia di calciatori in grado di prendere il toro per le corna e raddrizzare la situazione.

Vestito in bianconero

A Torino da sempre c’è un grande feeling verso la vicina Francia ed una attenzione storica per i difensori di qualità.

Fofana risponde ad entrambi i requisiti, ma mi pare chiaro che non lo vedremo a breve sotto la Mole Antonelliana.

Innanzitutto abbiamo la fortuna di avere fra le nostre file il miglior difensore della generazione nata a cavallo del 2000: Matthijs De Ligt.

In secondo luogo sappiamo bene che i denari della Premier League son difficilmente eguagliabili, sia per quanto concerne i salari che le pretese per il cartellino.

Ad ogni buon conto Wesley pare avere le carte in regola per poter scendere in campo in buona parte dei top club europei se continua a migliorare e a dimostrare la personalità delle ultime due stagioni.

Conclusione

Fofana è riuscito nel giro di un paio di stagioni a guadagnare una considerazione enorme presso gli addetti ai lavori grazie ad un gioco aggressivo, fisico e energico, ma al contempo pulito ed intelligente.

Possiamo già considerarlo uno specialista della difesa, ottimo nelle marcature e nel leggere le azioni, privo però, ad oggi, di quelle qualità extra (capacità di impostare, carisma, pericolosità in attacco) che trasformano un ottimo difensore in un campione.

A vent’anni però ha tutto il tempo e la fiducia per aggiungere un po’ di poliedricità ad un repertorio di alto livello, ma monotono.

Wesley Fofana è l’ennesimo successo del sistema francese. Un atleta straordinario che è già un buonissimo calciatore e che sta cercando di crescere ancora, magari con l’ambizione di bissare, nelle vesti di nuovo Wes Morgan, il mitologico campionato conquistato qualche anno fa dal Leicester di mister Ranieri.

Stefano Follador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...