Spazio Liga

SpazioLiga: Giornata 12

Squadra della settimana

Squadra della settimana (dati SofaScore)

Top 3

1) Jeremías Ledesma: il portiere argentino del Cadiz sfodera una prestazione eccezionale contro il Barça, concedendo una vittoria incredibile ai ragazzi di Cervera. Continua il periodo d’oro dell’ex Rosario Central, sempre più decisivo nell’economia della neopromossa.

2) Jorge de Frutos Sebastian: l’ala de Levante mette a segno un gol a coronazione di una prestazione di gran livello, tagliando a fette la difesa del Getafe. Un gol ed un assist che regalano una vittoria preziosa al Levante.

3) Kieran Trippier: l’esterno inglese sforna una gran gara dominando la fascia del Valladolid e servendo due assist ai compagni. Molto spesso sottovalutato, assieme a Llorente rappresenta la regia oscura dietro la stagione di successo dei colchoneros.

Flop 3

1) Lenglet e Mingueza: la dupla centrale rovina il fine settimana a Koeman con due errori estremamente grossolani, confermando i dubbi che aleggiano sul reparto arretrato blaugrana.

2) Chema: la pessima prestazione del Getafe si personifica in Chema, il difensore centrale azulon si fa cacciare nell’azione della prima rete del Levante con un intervento pericoloso e scoordinato che di fatto mette fine alla gara del Getafe.

3) Alexander Isak: il centravanti svedese era atteso a una stagione di crescita e conferma, ma continua ad avere le polveri bagnate. Il bottino stagionale è magro e la gara contro L’Alaves conferma la poca precisione del numero 19 in questo avvio di stagione, dove pur giocando discretamente fatica moltissimo a trovare la porta.

Partite

Athletic – Celta 0-2 (H. Mallo 61, I. Aspas 78)

In apertura di giornata il Celta si dimostra in netta ripresa grazie alla cura Coudet. Il tecnico argentino porta a casa la seconda vittoria consecutiva sul campo dei leoni baschi di Garitano che, pur disputando un buon primo tempo, vengono condannati dagli episodi.

L’ottima forma di Santi Mina, la costante leadership di Iago Aspas e l’ottima prestazione del peruviano Tapia, unite all’erroraccio del portiere Unai Simón trasformano il pomeriggio di sabato in una inaspettata boccata di ossigeno per i galiziani che si levano dalle zone basse della classifica per almeno una settimana.

Levante – Getafe 3-0 (R. Martì 5, D. Gómez 17, J. De Frutos 57)

Un’altro club che coglie una vittoria tanto pesante quanto inaspettata è il Levante di Paco Lopez, che dopo 5 pareggi in fila finalmente porta a casa i tre punti che gli permettono di mettersi alle spalle tre compagini.

La gara è una Caporetto completa per il Getafe di Bordalas, che dopo la sorprendente vittoria con il Barcelona ha imboccato un mese terribile, senza vittorie e perdendo molta della identità e della convinzione dell’equipo azulon.

Los granotas bucano la difesa ospite in profondità in maniera continua e come non bastasse il primo gol subito Chema pensa bene di farsi espellere per un intervento killer a metà campo. Martì e Gómez tagliano la difesa senza difficoltà mettendo a segno due reti fotocopia.

Terribile la prestazione di tutta la squadra ospite, con l’eccezione del solito Arambarri sempre combattivo e pericoloso.

Il secondo tempo è uno show di De Frutos, che va in gol una volta, ma che non trova maggior gloria solo a causa dei legni, permettendo a Bordalas di salvare la faccia nonostante la durissima sconfitta patita, che poteva essere ben più severa del 3-0 per quanto visto in campo. Attenzione alla situazione a Getafe che potrebbe diventare scomoda se non iniziano ad arrivare risultati.

Sevilla – Real Madrid 0-1 (Bono (OG) 55)

Zidane di fronte ad una dura settimana di esami supera quello in terra andalusa impostando una gara alla maniera classica del Real. Squadra sorniona, che vive di dolate, mentre addormenta ed anestetizza gli avversari.

Vinicius è una spina nel fianco per la squadra di Lopetegui, scompaginando lo spartito difensivo dei padroni di casa ad ogni sgasata sulla fascia. La rete decisiva è un autogol di Bono, fin lì ottimo sul brasiliano e su Benzema, propiziato da una offensiva dell’ex ragazzino terribile del Santos.

Sevilla che può recriminare il fatto di aver speso molto, fatto anche la gara per alcuni tratti, ma quella odierna è una di quelle partite che una squadra come il Real non perde o pareggia mai, per una questione di DNA.

Atletico Madrid – Valladolid 2-0 (F. Lemar 56, M. Llorente 72)

Atletico puntero grazie ad una vittoria chiara e senza appello, pur contro un Valladolid volitivo e che nel primo tempo va vicino al colpo con l’interessante punta brasiliana Marcos Andre.

La brutta notizia per gli avversari è che gara dopo gara i colchoneros sembrano trovare maggiori risorse e coesione. Se finora i biancorossi si erano appoggiati sulle prestazioni di Joao Felix, Trippier, Giménez e Marcos Llorente oltre al solito Oblak e ai gol di Suarez, ora Simeone pare aver iniziato a recuperare il francese Lemar, aggiungendo una ulteriore opzione offensiva.

Atletico che ad oggi è il grande candidato al titolo, senza ombra di dubbio.

Cádiz – Barcelona 2-1 (A. Giménez 8, A. Negredo 63 – P. Alcalá (OG) 57)

Caduta rovinosa del Barcelona sul campo del Cadiz. I canarini di Cervera ingabbiano un Barcelona che pur non giocando male, viene condannato dalla prestazione fenomenale del portiere argentino Ledesma e dai disastri della coppia centrale Lenglet e Mingueza.

Messi e compagni costringono i neopromossi al 17% di possesso e dominano la gara, ma senza trovare i pertugi giusti; e quando ciò avviene trovano l’estremo gaditano in giornata di grazia, tanto che viene superato solo da una deviazione maldestra di un proprio difensore per il momentaneo 1-1.

Barcelona che esce da questa gara con una brutta sconfitta, sopratutto per gli errori gravi commessi dalla difesa, mentre in avanti pare evidente che il danese Braithwaite sia inadatto al livello richiesto per la camiseta blaugrana.

Cervera coglie la prima vittoria casalinga stagionale, battendo entrambi i giganti del campionato, un record per una neopromossa. Il suo Cadiz è un esempio di organizzazione, volontà e applicazione, che sta sorprendendo tutti in Spagna, dopo una promozione rocambolesca gli andalusi gialli puntano a restare nella massima serie e a dar quanto più fastidio possibile a tutti.

Granada – Huesca 3-3 (J.L. Suárez 43, J. Molina 88, G. Sánchez 90 – M. Rico 21, B. García 49, S. Okazaki 82)

Huesca che prosegue una stagione caratterizzata da punti persi per sfortuna ed errori che relegano gli aragonesi in fondo alla classifica.

Quest’oggi le reti di Mikel Rico, García e lo splendido pallonetto di Okazaki vengono rimontate dal Granada, abile a sfruttare le debolezze sui calci piazzati degli ospiti.

Gli andalusi sono in un periodo di forma opaca, oberati dagli impegni di coppa e alle prese con una rosa forse sottodimensionata. Tuttavia agli uomini di Diego Martinez non fa difetto il carattere e agganciano il pari con un’assalto all’area avversaria negli ultimi minuti esaltante.

Osasuna – Betis 0-2 (B. Iglesias 76, J. Miranda 91)

Betis che finalmente torna a conquistare tre punti in una gara molto combattuta in quel di Pamplona, dopo tre sconfitte di fila, approfittando del momento nera della squadra di Jagoba Arrásate.

I padroni di casa troverebbero pure il vantaggio, ma la rete dell’ex Palermo Budimir è annullata per fuorigioco.

In biancoverde spicca la gara del talentuoso Fekir, che si porta a spasso mezza difesa per due volte, ma trova Herrera concentrato e reattivo.

La gara si sblocca nel finale grazie ad un contropiede magistrale sull’asse Fekir, Aitor e Borja Iglesias che insacca mettendo fine ad una lunga astinenza da gol.

I betici ribadiscono la vittoria con un secondo gol a firma di Miranda.

La vittoria porta il Betis all’ottavo posto, finalmente in linea con le aspettative e con le potenzialità della rosa, anche se la zona retrocessione resta a soli 4 punti, dove staziona l’Osasuna.

Villarreal – Elche 0-0

Al Estadio La Ceramica il Villarreal impatta contro un Elche ordinato e di grande solidità.

Gli ilicitani riescono a tenere testa ai padroni di casa, annullandone le bocche da fuoco, con il solo Take Kubo a mettere a repentaglio lo zero a zero.

Villarreal che coglie il terzo pari di fila, ma dopo due pareggi positivi con Real Madrid e Real Sociedad questo suona come una occasione gettata dagli uomini di Unai Emery.

Alaves – Real Sociedad 0-0

La gara si può sintetizzare in un duello infinito fra il portiere Pacheco e il centravanti dei baschi Isak, dove il portiere di casa riesce a neutralizzare lo svedese e pure il compagno di squadra Willian Josè in svariate occasioni.

Gli ospiti propongono il solito gioco di qualità, ma peccano di lucidità e perdono una ottima occasione per mantenere la vetta della classifica.

D’altro canto l’Alaves pare aver trovato una buona continuità, con sei risultati utili in fila. Machin pare avere trovato il giusto assetto mantenendo come perni della squadra la dupla Joselu-Lucas Pérez, il portiere Pacheco e gli esterni Ximo Navarro e Rubén Duarte.

Eibar – Valencia 0-0

Un punto per ciascuno, risultato giusto, che consolida la posizione di metà classifica di entrambe le compagini.

Eibar sfortunato nel cogliere due volte il legno, ma al contempo trova un Dimitrovic in grande spolvero che nega la rete a Wass e Gameiro.

Nonostante il caos di inizio stagione il tecnico Javi Garcia è riuscito a mettere ordine nella rosa dei pipistrelli dando equilibrio e fiducia ad un gruppo provato dai disastri del mercato estivo.

Mendilibar si conferma tecnico di grandi capacità mantenendo il piccolo Eibar a distanza di sicurezza dalle zone pericolose per l’ennesima volta, con un assetto pratico, quadrato e sicuro.

Stefano Follador

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...