Lavagna Tattica

Lavagna Tattica: la Dynamo Kiev di Lucescu

Dopo ben 74 giorni, la Juventus torna a giocare una partita di Champions League e sarà di scena allo stadio Olimpico di Kiev contro i padroni di casa della Dynamo Kiev allenata da una vecchia conoscenza del calcio italiano: Mircea Lucescu. Il tecnico rumeno potrebbe puntare sul suo 4-2-3-1 che in fase difensiva, diventa un 4-4-1-1.

Fase di possesso

Gli ucraini tendono a costruire le loro azioni offensive palla a terra e dal basso con uno dei due mediani, il capitano Sydorchuck che talvolta si abbassa tra i due centrali difensivi praticando la cosiddetta “Salida Lavolpiana” mentre i due terzini, si alzano andando a riempire l’ampiezza. Sharapenko pur essendo un interno di centrocampo con caratteristiche più offensive, potrà agire da trequartista nel terzetto dietro l’unica punta ma con facoltà di muoversi su tutto il fronte offensivo scambiandosi anche di posizione con le due ali offensive.

Fase di non possesso

In fase difensiva la Dynamo, tende a fare densità centralmente per chiudere le linee di passaggio con le due linee da 4 piuttosto strette e corte cercando il più possibile di non schiacciare la propria retroguardia. Dopo aver effettuato il recupero del pallone gli uomini di Lucescu, cercheranno di ripartire velocemente con i 4 giocatori offensivi che avranno il compito di attaccare la profondità.

Il singolo

Il giocatore che in questo inizio di stagione si è rivelato molto importante è senza dubbio Gerson Rodrigues. L’ala destra portoghese ma naturalizzata lussemburghese infatti, è andato a segno nel match vittorioso di Supercoppa d’Ucraina contro lo Shakhtar Donetsk svoltosi a fine Agosto, in due delle tre partite dei preliminari di Champions League contro AZ Alkmaar e Gent ma anche tre giorni fa nel 2-0 rifilato al Rukh Lviv nell’ultima gara di campionato.

Conclusioni

Anche se oggettivamente siamo ancora in costruzione, sarà importante iniziare il cammino in questo girone con i 3 punti anche per riscattare il deludente pareggio di Crotone che ha ulteriormente ampliato il nostro deficit di risultati positivi fuori casa che ci portiamo dietro dalla scorsa travagliata stagione.

Salvatore Amato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...