I tre ruggiti del Leone

I 3 RUGGITI DEL LEONE – Risponde Franco Leonetti

3-0 Juve Napoli.
Hanno vinto il calcio e i protocolli? La credibilità di un sistema logoro? Cosa ci dobbiamo aspettare dal possibile ricorso alla giustizia ordinaria da parte dei partenopei?

Al momento ha trionfato il rispetto delle regole e del protocollo, e mi auguro che la sentenza definitiva vada in questo solco: guai se fosse giunta una sentenza diversa, sarebbe stata minata alle fondamenta la credibilità dell’intero sistema calcio. Il Napoli farà ricorso in sede sportiva, se dovesse andare per giustizia ordinaria, al Tar, violerebbe la regola compromissoria. Tra l’altro, nella sentenza del giudice sportivo, sono presenti un paio di ragioni che potrebbero diventare molto complicate da impugnare, la non competenza dell’Asl a bloccare un team, come già si sapeva e come la Asl partenopea non ha mai fatto, consigliando la non partenza ma non ponendo un veto, e la cancellazione, la sera prima, del volo charter che avrebbe dovuto portare i campani a Torino per la gara. Questi due caposaldi inchiodano il Napoli alle proprie decisioni e responsabilità.

***

L’intera Serie A è alle prese con un’emergenza sanitaria mai vista, che ha conseguentemente comportato una profonda e generalizzata crisi finanziaria.
Credi che sarebbe attuabile l’istituzione del ruolo di un Commissioner, in stile NBA? Un professionista di provata esperienza e qualità, che possa guidare l’intera Lega, con assoluta indipendenza ed, aspetto più importante, prendere decisioni rapide, nette e definite?

Ritengo che per fronteggiare una pandemia e tutti i gravi problemi correlati, il calcio debba assumere decisioni forti e di specchiata virtù. Anzitutto un protocollo normativo senza lacune e con tutte le specifiche, e poi, se lo status quo dovesse peggiorare, perchè no, una soluzione drastica come quella da voi citata. La priorità per il calcio è garantire la salute degli atleti in primis, e portare a termine tutte le competizioni previste. Non ci sono altre alternative in questo momento storico così drammatico e che coinvolge l’intero pianeta.

***

Ha senso per te in questo periodo storico proseguire con le soste nazionali e i conseguenti rischiosi spostamenti dei calciatori? I club che tanto stanno facendo e spendendo per permettere al sistema di andare avanti non sono sempre troppo penalizzati?

E’ una situazione spinosa e anche di difficile risoluzione. Al momento, visto il perdurare del virus e il peggioramento della situazione sanitaria in Europa, credo che un correttivo ai calendari delle nazionali sarebbe stata opportuna, ma ormai si è capito da tempo, che nessuna entità organizzatrice calcistica, vede di buon occhio la rinuncia a qualche competizione o la contrazione di un calendario. Certamente i club, che pagano gli stipendi dei giocatori e spendono cifre importanti per i cartellini, preferirebbero mantenere gli stessi in squadra senza privarsene in questo periodo di dilagante contagiosità. Con pericoli che possono riverberarsi sul gruppo squadra, nel caso in cui, già osservato, tornino in sede calciatori positivi al virus. Si va avanti in questo modo sperando che la situazione sanitaria migliori, altrimenti, come già accaduto nel recente passato, spostamenti di date, tornei e sospensioni di campionati potrebbero essere dietro l’angolo, considerando che gli Europei, già slittati di un anno, dovrebbero giocarsi a giugno 2021.

Franco Leonetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...