I tre ruggiti del Leone

I 3 RUGGITI DEL LEONE – Risponde Franco Leonetti

La nostra sensazione è che si vada verso la chiusura del mercato senza ulteriori innesti. Se dovesse chiudersi in questa maniera, potrebbe essere deficitario nell’ottica del proseguo della stagione? Non correremmo il rischio di perpetrare gli errori passati e di consegnare a Pirlo una rosa incompleta?

Se non arrivasse nessun nuovo innesto sarebbe un mercato incompleto. Questa Juventus ha bisogno di nuovi arrivi in alcune zone del campo per uscire rafforzata. Certo, questa è una sessione complicata e folle, mai vista prima, ciò che lascia perplessi sono alcune strategie. Khedira è ancora bianconero, D. Costa é sul mercato ma vuole restare a Torino, non ci sono offerte per De Sciglio. Insomma un ginepraio che andava risolto prima, una matassa difficile da sbrogliare a 4 giorni dal gong finale.

***

Puoi compiere solo un’operazione di calciomercato.
In quale ruolo andresti ad intervenire per l’ultima addizione alla rosa juventina?

L’operazione più reale, a oggi, è l’arrivo di Chiesa dalla Fiorentina, che potrebbe concretizzarsi nelle ultime ore valide per il tesseramento. Ma servirebbe un terzino sinistro per mettere competitività ad Alex Sandro, penso a Emerson Palmieri, cercato a più riprese dalla dirigenza bianconera anche nei giorni scorsi, ma anche a Marcos Alonso in uscita dal Chelsea. Però anche un centrocampista di nerbo e sostanza servirebbe parecchio, sempre se Khedira deciderà di mettere fine al muro contro muro. Lo so, sono più di una le operazioni, ma le ritengo basilari per dare a Pirlo un organico completo per non ripetere errori del recente passato.

***

Quali indicazioni ha dato la partita di Roma? Quali sono gli aspetti su cui puntare ancora e quali gli errori da correggere in vista della sfida con il Napoli, covid permettendo?

A Roma la Juve ha disputato un primo tempo abulico e grigio, senza aggressività e squilli, con poche idee e tanti pasticci, anche da parte del Mister, che va criticato per alcune scelte, ma non merita attacchi duri come ho visto. Pirlo deve puntare sulla chiarezza di alcuni ruoli, Cuadrado a sinistra ha fatto maluccio, e mettere in campo chi sta bene ed è brillante, Morata è stato molto opaco ad esempio. Contro il Napoli il Mister deve ripartire dall’entusiasmo mostrato con la Sampdoria, schierando un centrocampo con il passo dominante, come hanno dimostrato Arthur e Bentancur subentrati a Roma nella seconda frazione. Senza paura di sbagliare formazione, fidandosi delle indicazioni degli allenamenti, continuando a perseguire i principi di calcio che vuole sciorinare. Pirlo sarà solo alla sua terza panchina di sempre, va messo in conto che possa sbagliare qualcosa, ma la Juve di Roma ha messo in campo poco o nulla di ciò che Pirlo pretende dai suoi ragazzi. Contro il Napoli servirà ritmo, centrocampo aggressivo, velocità nel giro palla e creazione di occasioni sotto rete, l’unica cosa positiva vista contro i giallorossi è stata la capacità di soffrire, resistendo al sacrificio e alla fatica, per portare a casa un punto d’oro, visto lo svolgimento della gara. Mi attendo una risposta di livello domenica contro i partenopei, a prescindere dalle scelte degli uomini.

Franco Leonetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...